E se andassimo in biblioteca?

Mi piace il profumo dei libri, della carta, il colore, scorrere le pagine. Mi piace leggere da quando sono bambinetta ed ho la fortuna di avere un’amica, Elisa, a cui piace esattamente la stessa cosa, leggere, leggere ed ancora leggere.

Solo che, oltre a leggere, a noi due piace proprio entrare in biblioteca e dare la caccia ai libri. D’estate, poi, la città è vuota e afosa, mentre in biblioteca si sta bene.  Così a 12 anni se non hai un tablet, la nintendo e whatsapp e fa caldo, cosa fai? Io ed Elisa a 12 anni “suonati” e per tutta l’estate scegliamo di rifugiarci nella piccola biblioteca del quartiere. 

Entriamo in quella biblioteca e, la ragazza dagli occhi grandi ed azzurri, che si chiama Rosa, ci spiega e ci consiglia cosa leggere. Ormai è più di una semplice bibliotecaria per noi, ogni volta che ci descrive un libro noi due bambinette ascoltiamo attente ed è proprio così che tutto inizia. 

Questa splendida e giovane bibliotecaria Rosa con una bacchetta magica, degna di Cenerentola, ci insegna il suo lavoro. Si, avete capito bene, io ed Elisa iniziamo a registrare le uscite e gli ingressi dei libri da parte dei vari iscritti, rigorosamente con la macchina da scrivere ed un timbrino per segnare le date, iniziamo a registrare nuovi iscritti ed iniziamo a riporre i libri con la stessa attenzione che si ha quando si entra in un negozio di cristalli. 

Leggiamo, impariamo, parliamo e cresciamo. 

Per due estati di seguito, nel mese di luglio siamo lì, ormai siamo bibliotecarie navigate e gli iscritti ora chiedono anche a noi. Se serve loro un libro noi lo sappiamo, sappiamo ordinarlo se manca, sappiamo consigliare un libro perché, o li abbiamo già letti, oppure la nostra Rosa ci ha già edotte oppure abbiamo imparato a leggere le recensioni, in una parola: tutti si fidano delle due piccole ragazze della biblioteca. 

Oggi le due piccole ragazze sono due donne, sono ancora amiche e sono ancora due tipe con cui non si scherza quando si parla di libri. 

Il ricordo di quelle estati afose in citta, nessuno ce lo toglierà mai; se non avessimo avuto quella biblioteca chissà cosa avremmo fatto. Certo è che, ogni volta che entro in biblioteca o in libreria, mi emoziono ancora. 

Io ed Elisa siamo ancora molto amiche ed entrambe sappiamo che lo saremo sempre.

Arianna Capodiferro

alias @arica72

 

 

 

Condividi

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: