Cairoli-Cordusio-Duomo

Dentro il metrò affollato, alla vita non si scappa: chi deve morire, muore come chiodo arrugginito in soffitta nella ruggine di se stesso sparge rossore sterile a macchie tra i sedili di corpi uniti a pacchi immobili in attesa del boato. Se deve vivere, vive dentro la metro assediata: chi non stacca la bocca dal