Il pensiero di Alex – Tempo rivoluzionario (di Adriana Tasin)

Il pensiero di Alex – Tempo rivoluzionario (di Adriana Tasin)

Tempo rivoluzionario perché: con stile quasi cronachistico fatto di date, eventi storici e versi interrotti, Tasin offre uno spaccato di intensa alternanza poetica tra micro e macro, tra personale e collettivo, mostrando come la grande storia si leghi alla piccola, e come dentro la piccola ci siano contraddizioni, spesso indicibili, che continuano a rappresentare però

Il pensiero di Alex – Scivolo nel trauma del risveglio (di Eleonora Rimolo)

Il pensiero di Alex – Scivolo nel trauma del risveglio (di Eleonora Rimolo)

Scivolo nel trauma del risveglio perché: la durezza dei versi rende orgogliosa la poesia di Rimolo che, pur dando voce al dolore e alla sofferenza, tiene tutto contenuto e composto, evitando ogni travalico emotivo; il dentro diviene un fuori descrivibile, in cui la perizia linguistica risulta sufficiente per penetrare le ferite semiaperte di tutti. Scivolo

Il pensiero di Alex – Inchiostro nero (Milo De Angelis)

Il pensiero di Alex – Inchiostro nero (Milo De Angelis)

Inchiostro nero di Milo De Angelis perché: la prossimità, che talvolta diventa sovrapposizione e alle volte disgiunzione tra vita e parola, viene descritta dal poeta in maniera tagliente e naturale, come se i modi di manifestarsi dell’esistenza abitassero dentro il pensiero scritto qualche ora, e qualche ora tornassero dentro le pratiche quotidiane anche le più