Terremoto

Cernobbio ci si sei ancora col tuo lago muto a far da eco alle nostre parole sui raggi del sole che baciavano l’acqua: parole d’amore. E anche tu, Rio Maggiore, non ti sei mossa; non si è spostata Vernazza, non è mutata Monte Rosso, né Manarola, neppure Corniglia ha tentennato. Il mio cuore, lui sì,