Il momento peggiore

La luce dell’alba filtrava dalla persiana nella stanza che pian piano si stava illuminando. Era sdraiata sul letto, nuda e coperta solo per metà dal lenzuolo che pendeva dal materasso e sfiorava il pavimento. I capelli lisci e scuri erano posati sul cuscino e creavano un incredibile contrasto con i colori dei tatuaggi e con