Sotto pelle

Sotto pelle

Passiamo una vita a liberarci di colpe che non sono le nostre. Passiamo una vita a sentirci sbagliati, inadeguati, fuori posto. Un continuo cercare tra immagini sbiadite, tra frammenti di memoria dove tutto questo è iniziato. Forse sarà stato in qualche tiepido giorno di primavera oppure in uno di quelli freddi di gennaio, dove tutto

Sulla pelle

Sulla pelle

Scrivo poesie sulla mia pelle, brevi come saette, per ricordare di uscirne vivo. Le scrivo senza ritardi, con una punta d’oro arroventata. Raschio via l’epidermide, fin quando le carni vibrano, vicino a diventare pazzo. Lo faccio con la clemenza di uno schiaffo consacrato a mano aperta. Come la furia di un bacio strappato. E mentre