Auguri nonni! Crostata con composta d’uva

Auguri nonni! Crostata con composta d’uva

Quando si pensa ai nonni è impossibile non pensare ai ricordi e, se prestate attenzione alle interviste dei grandi chef, quasi tutti dichiarano di aver ereditato la loro passione per la cucina dalla nonna. Della mia infanzia sinceramente ricordo poco o niente, ma è nitido nella mia testa il ricordo di mia nonna che impastava

Ladra di ricordi

Ladra di ricordi

Zia Lina, viveva in uno di quei paesini del profondo sud dove il farmacista faceva anche il sindaco, dove tutti si conoscono e dove, ancora oggi, si sta con le porte aperte. La Signorina Lina, era proprio un bel tipo. Esile e con la pelle bianchissima, caschetto nero e occhiali grandi. Con gli uomini purtroppo

L’imperdonato.

L’imperdonato.

No, proprio non riusciva ad avere ricordi nitidi della sua infanzia e della sua adolescenza. Forse la sua memoria lo voleva proteggere dal groviglio di serpi annidate nella sua mente, sempre pronte a sibilare di momenti all’apparenza impossibili da sopportare, avvelenati dal verbo più difficile per chiunque: sopravvivere. Quella sopravvivenza che, proprio durante infanzia ed

Ritagli di ricordi e colori

Ritagli di ricordi e colori

Qualcosa in questo pomeriggio improbabile ha attivato l’automatismo del caleidoscopio. Tutti i colori che nel tempo sono stati assorbiti ora ruotano, cadono, si combinano, si separano, sfumano e si riflettono. Li vedo diventare gemme, schegge, biglie, matite. Ora sono i pastelli a cera, sempre troppo presto spezzati nelle tasche. Diventano gessetti sbriciolati. O pennarelli usati

YOU SHOOK ME ALL NIGHT LONG – due amici, una canzone, un sogno (Blu)

YOU SHOOK ME ALL NIGHT LONG – due amici, una canzone, un sogno (Blu)

Il telefono squilla, Davide sorride, da tanto tempo non sente la sua amica Francesca e deve raccontarle molte cose: – “Fra’ ma dove eri finita? Come stai?” Francesca sa di avere validi motivi per giustificare la sua assenza: – “Ciao Da’, ti racconto tutto”  e poi con tono malizioso lei prosegue – “ma prima un po’

La descrizione di un’emozione

La descrizione di un’emozione

Se ognuno di noi si fermasse e ripensasse all’emozione più bella o più brutta che ha provato, in questo mondo frenetico che nulla da’ e tutto toglie, forse rivivrebbe quell’emozione e forse il mondo intorno a noi si fermerebbe in quell’istante. Ma un conto è ripensare, un conto è descrivere. Quando si descrive un’emozione poi,