Lo sconosciuto

L’aria gelida gli penetrava nelle ossa facendolo rabbrividire, un sussulto e poi ancora un altro. Avrebbe dovuto trovarsi un altro nascondiglio per spiare la sua preda ma ormai non c’era più tempo, da lì a poco lei sarebbe apparsa come ogni mattina e avrebbe dovuto portare a termine il suo progetto. Un pò gli dispiaceva,